+39 06 64523630info@medicinaesteticapisano.it

Lesioni Pigmentarie Laser Q-Switched 1064nm

Home / Lesioni Pigmentarie Laser Q-Switched 1064nm

lesioni pigmentarie

Informazioni al paziente sulle macchie brune o lesioni pigmentarie con laser Q-Switched 1064nm
L’eliminazione di lesioni brune di natura benigna (lentigo solari, efelidi ecc) viene effettuata con una metodica chiamata laser chirurgia selettiva mediante laser Q-switched 1064nm. Lo scopo di questo trattamento è appunto quello di eliminare le discromie cutanee di varia origine.

Come funziona?
Il raggio laser ha una particolare lunghezza d’onda in grado di venire assorbita solo dalle cellule contenenti il pigmento patologico senza che sia danneggiato il tessuto circostante normale. La durata dell’impulso laser è così breve (alcuni nanosecondi), che la sua onda d’urto è in grado di “sbriciolare” il pigmento che costituisce la macchia senza bruciare la pelle. Il pigmento disgregato viene lentamente riassorbito: il processo impiega alcune settimane per concludersi.

Cosa si sente durante il trattamento?
La sensazione provocata dal laser è molto tollerabile: solitamente si avverte un leggero fastidio (simile a quello causato da un leggero pizzico e dura solo qualche secondo), che può però variare d’intensità.

Quando potrò vedere i risultati?
Come è stato spiegato sopra il pigmento disgregato viene lentamente riassorbito: quindi il processo di schiarimento impiega alcune settimane per concludersi.

Di quanti trattamenti avrò bisogno?
Potrebbero essere necessari più trattamenti, solitamente due a distanza di 4 settimane.

Quanto tempo occorre?
Il laser emette impulsi molto brevi e quindi il trattamento ha la durata di pochi minuti.

Come si sentirà la mia pelle dopo il trattamento?
Generalmente la zona trattata appare subito dopo il trattamento bianca (effetto pop-corn), per la formazione di vapore all’interno del tessuto malato, ma tale effetto scompare in poco tempo (alcuni minuti), lasciando una pigmentazione più accentuata per alcuni giorni: infatti sulla parte trattata si formerà una crosticina che cadrà dopo qualche giorno.

Ci sono rischi di cicatrici?
Il rischio di cicatrici è praticamente inesistente, è invece raramente possibile avere un colorito lievemente diverso dell’area trattata che solitamente regredisce spontaneamente. L’esposizione al sole prima e dopo il trattamento aumenta i rischi di danni cutanei, comparsa di discromie cutanee è pertanto importante proteggere la parte trattata.

Contattaci subito!

Potete inviarci una mail e noi vi risponderemo al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search

Copy Protected by Chetans WP-Copyprotect.